10.3 C
Rome
martedì, Settembre 27, 2022

Vaticano, obbligo di mascherina Ffp2 e Super Greenpass

Una nuova ordinanza estende il certificato verde rafforzato ai visitatori di Musei Vaticani e Giardini, ai partecipanti ai convegni, ai fruitori della ristorazione al chiuso e dal 31 gennaio al restante personale del Governatorato, compresi tutti i collaboratori.

L’ordinanza riguarda i visitatori e i collaboratori

L’ordinanza recita “Considerato il progressivo peggioramento della situazione di emergenza sanitaria”, in Vaticano è entrata in vigore un’ordinanza che dispone l’obbligo della mascherina Ffp2 “in tutti i luoghi chiusi”, che sospende “tutte le trasferte di lavoro”, e che dal 10 gennaio estende l’obbligo del “Green Pass rafforzato”, già in vigore per il personale sanitario, di sicurezza e a contatto col pubblico, ai visitatori di Musei Vaticani e Giardini, ai partecipanti a convegni (capienza ridotta al 35%), ai fruitori della ristorazione al chiuso (mensa), e dal 31 gennaio al restante personale del Governatorato, compresi tutti i collaboratori. L’ordinanza – la n. 467 – è stata firmata il 5 gennaio, entrando subito in vigore, dal presidente del Governatorato, arcivescovo Fernando Vergez Alzaga, e dal segretario generale, suor Raffaella Petrini.

Vaticano, regole di quarantena

La stessa ordinanza dispone anche che il personale del Governatorato che sia stato a contatto diretto con persona positiva, se non vaccinato, fino al 31 gennaio prossimo potrà rientrare al lavoro dopo isolamento fiduciario di 10 giorni, previo tampone negativo; se vaccinato con due dosi da più di 120 giorni dopo isolamento fiduciario di cinque giorni, sempre con test antigenico negativo; se vaccinato con due dosi da meno di 120 giorni o con ‘booster’, potrà rientrare al lavoro con obbligo di mascherina Ffp2 all’aperto e al chiuso. Per tutte le categorie interessate dall’ordinanza, l’obbligo della somministrazione vaccinale ‘booster’ decorre dal 31 gennaio, o comunque dai 120 giorni dalla seconda dose.

Super green pass per i dipendenti

Il personale del Governatorato sprovvisto di “Green Pass rafforzato” (quello da vaccinazione e/o guarigione), alle scadenze previste, “non può accedere al posto di lavoro e dovrà essere considerato assente ingiustificato, con la conseguente sospensione della retribuzione giornaliera per tuta la durata dell’assenza”. Qualora l’assenza ingiustificata si protragga, “si procederà disciplinarmente ai sensi del Regolamento vigente applicabile”. I controlli nei luoghi di lavoro, fatti salvi quelli della Gendarmeria, potranno essere svolti dal Servizio di Sanità e Igiene, mentre le eventuali esenzioni saranno valutate dagli organi di governo caso per caso. “Per volontà espressa dal Santo Padre, si spiega ancora, le disposizioni dell’ordinanza “sono estese a tutto il personale della Santa sede e a tutti gli Enti, Istituzioni e realtà che operano, a qualsiasi titolo, all’interno dello Stato della Città del Vaticano e nelle aree extra-territoriali previste dal Trattato Lateranense.

Anca Mihai
Anca Mihai
Giornalista freelance corrispondente estero per varie testate romene. Dal 2003 annovera esperienze come corrispondente dall'Italia per la Televisione Alephnews, Kanal D, l'Agenzia Nazionale di Stampa Agerpres, il quotidiano Adevarul e Radio Romania Timisoara. Residente a Roma dal 2004, ha conseguito la seconda Laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università Sapienza di Roma. Nel 2000 si è laureata in Giornalismo e Inglese Applicato presso l'Università dell'Ovest di Timisoara.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui Social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles