5.2 C
Rome
lunedì, Dicembre 5, 2022

Tensioni in viale delle Province, gli abitanti temono il censimento

La giornata è iniziata molto presto per gli abitanti dello stabile ex Inpdai a due passi dall’Università La Sapienza.   alcuni fanno da vedetta in attesa dell’arrivo della polizia, altri si riparano dal freddo. Hanno ricevuto la notizia di un censimento ordinato dal prefetto Matteo Piantedosi che fortunatamente è stato rinviato.

La presidente del II Municipio Francesco Del Bella fa sapere di non essere stata minimamente avvertita sul censimento, di esserne venuta a conoscenza direttamente dagli abitanti. Intanto le 130 famiglie che vivono nello stabile vanno avanti giorno per giorno con il fiato sospeso e la paura di vedersi togliere la casa. I Blocchi Precari Metropolitani e i Movimenti per il diritto all’abitare hanno richiamato sul posto centinaia di persone.  Ci sono anche i sindacati Asia Usb e Potere al Popolo. Tutti pronti alla resistenza.

Per gli abitanti si al censimento ma niente interventi forzosi

Umberto Antonazzi, responsabile dell’occupazione per i Blocchi Precari Metropolitani non è contrario al censimento se concordato ma deve essere un’azione condivisa e concordata e non uno strumento di intimidazione. Ad Antonazzi infatti il tentativo odierno è parso una risposta alla manifestazione degli inquilini di sabato scorso. “Siamo disposti al censimento e all’evacuazione, ma solo in maniera concordata” ha fatto sapere. 

Ma la situazione è rientrata già in tarda mattinata, i residenti sono potuti rientrare nelle loro abitazioni dopo aver rilasciato dichiarazioni ai funzionari della polizia.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui Social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles