22 C
Rome
mercoledì, Giugno 29, 2022

Stazione Termini, maxi controllo delle Interforze di ordine

Mercoledì sera è scattata la sesta maxi operazione di controllo Alto Impatto interforze di ordine e sicurezza pubblica nell’area della Stazione Roma Termini, disposta con ordinanza dal Questore di Roma, recependo le indicazioni ricevute in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, in Prefettura.

Intensificati i controlli per le feste natalizie

L’operazione Alto Impatto si aggiunge alle ordinarie attività di controllo e pattugliamento di tutta la zona adiacente allo scalo ferroviario. Hanno partecipato numerosi equipaggi della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Roma Capitale. L’intervento ha l’obiettivo specifico di innalzare la percezione di sicurezza avvertita in quell’area, soprattutto in questo periodo prefestivo in cui lo scalo ferroviario più importante della Capitale accoglie migliaia di persone al giorno in transito. Con l’intensificazione del controllo del territorio, avvalendosi di tutte le Forze di Polizia, e la collaborazione del Comune, per gli aspetti di propria competenza, infatti, si ha l’obiettivo di fronteggiare situazioni di illegalità e contrastare, tempestivamente, la commissione di reati predatori, colpendo target precisi, già individuati e monitorati nel corso dei vari servizi ordinari posti in atto nella medesima area da varie settimane, quali lo spaccio di sostanze stupefacenti, il controllo degli esercizi commerciali e gli stranieri irregolari sul territorio presenti in loco.

Il raggio di controllo

La zona è stata completamente interdetta al traffico per tutte le fasi delle operazioni di polizia. Chiuse per qualche ora le vie di accesso alla zona, Via Giolitti, Via Marsala, piazza dei Cinquecento e tutte le vie adiacenti sono state scandagliate da equipaggi dei Reparti inquadrati al fine di cinturare l’area interessata e consentire un accurato controllo di tutti i soggetti che stazionano nella zona. Pattuglie della Guardia di Finanza, unitamente ad equipaggi della Polizia Locale Roma Capitale sono stati dispiegati con compiti di deterrenza in ordine ai fenomeni di abusivismo commerciale. Polizia di Stato ed Arma dei Carabinieri, suddividendosi le aree di interesse, hanno operato in autonomia sotto la direzione dei propri Funzionari ed Ufficiali, ma in pieno raccordo e coordinamento fra essi e le altre Forze.

Video: Questura di Roma

Più di 300 controlli, 6 sanzioni

Agenti e militari in borghese, affiancati dai cani delle unità cinofile, hanno proceduto al controllo dei ballatoi in via Giolitti per verificare la presenza di eventuali spacciatori. Al termine dell’operazione sono state controllate 336 persone di cui 148 di origini straniere e 78 con precedenti penali. Sette le persone accompagnate negli uffici di Polizia e 5 presso l’Ufficio Immigrazione per valutare la loro posizione sul territorio nazionale. Sono stati effettuati 7 posti di controllo durante i quali 77 veicoli sono stati fermati per accertamenti e sanzionati 6 utenti di cui 2 al codice della strada per un importo di 2758 euro.

Due denunciati in stato di libertà

Quasi 500 i certificati verdi c.d. “green pass” verificati attraverso l’apposita App ufficiale “Verific 19”. Molti accertamenti sono stati svolti presso esercizi commerciali e ricettivi: 34 quelli controllati. Due esercizi commerciali sono stati chiusi temporaneamente per violazione della normativa anti Covid e uno perché privo di licenza. Due sono state le persone denunciate in stato di libertà: il primo un cittadino del Bangladesh, titolare di un affittacamere di via Giolitti, per la violazione di cui all’art. 109 T.U.L.P.S., in quanto non aveva comunicato le generalità dei clienti all’autorità di Pubblica Sicurezza, sanzionato anche per 4 mila euro per aver ampliato arbitrariamente la capacità ricettiva dell’esercizio. Il secondo sempre di origini bengalesi e titolare di un affittacamere situato in piazza Manfredo Fanti per violazione delle norme anticovid-19, poiché uno degli ospiti, anch’egli sanzionato, è stato trovato sprovvisto di green pass. Per loro la sanzione ammonta a 800 euro complessivi.

Anca Mihai
Anca Mihai
Giornalista freelance corrispondente estero per varie testate romene. Dal 2003 annovera esperienze come corrispondente dall'Italia per la Televisione Alephnews, Kanal D, l'Agenzia Nazionale di Stampa Agerpres, il quotidiano Adevarul e Radio Romania Timisoara. Residente a Roma dal 2004, ha conseguito la seconda Laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università Sapienza di Roma. Nel 2000 si è laureata in Giornalismo e Inglese Applicato presso l'Università dell'Ovest di Timisoara.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui Social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles