20.1 C
Rome
giovedì, Giugno 30, 2022

Sei Nazioni 2022, all’Olimpico l’Italrugby sfida l’Inghilterra

Il grande rugby torna all’Olimpico di Roma. La seconda partita del Sei Nazioni vede l’Italia debuttare in casa ospitando i vicecampioni del mondo dell’Inghilterra, che cercheranno di dimenticare a spese degli azzurri la bruciante sconfitta nel primo turno contro la Scozia. Capienza dello stadio limitata al 50%, saranno quindi massimo 34mila gli spettatori, di cui 13 mila inglesi. La partita, con inizio alle 16, sarà visibile in diretta su Tv8 e Sky Sport.

Il XV dell’Italia: tre novità rispetto alla Francia

Il ct azzurro Kieran Crowley studia come cercare di limitare i danni e, chissà, provare in qualche modo ad evitare la 34esima sconfitta consecutiva nel torneo. “La partita contro la Francia ci ha dato indicazioni sul nostro lavoro svolto finoraspiega Crowley -. In settimana il focus è stato posto su determinate azioni: con l’atteggiamento giusto e maggiore precisione abbiamo la possibilità di proseguire nel nostro percorso di crescita”. Tre i cambi annunciati nella formazione rispetto a quello che ha perso 37-10 a Parigi, uno dietro e due davanti. Ci sarà il triangolo allargato formato da Padovani, Ioane e Mori, che ritrova la maglia azzurra dal primo minuto dopo il test match del novembre scorso a Roma contro gli All Blacks. Confermata la coppia di centri Brex-Zanon e la mediana Garbisi-Varney, le altre novità saranno tutte in mischia. In terza linea insieme a capitan Lamaro e Halafihi torna nel titolare Steyn, escluso di recente dalle gerarchie, che viene schierato come titolare al posto di Negri. In seconda linea confermato il duo Ruzza-Cannone, mentre in prima linea insieme a Fischetti e Lucchesi scenderà in campo Ceccarelli che conquisterà il suo diciottesimo caps azzurro, il primo da titolare.

Il XV dell’Inghilterra: ecco Dombrandt dal 1’

Mezza rivoluzione nell’Inghilterra, con Eddie Jones che cede alle pressioni oltremanica e schiera Dombrandt numero 8 al posto di Simmonds in una terza linea che vede anche lo slittamento di Itoje assieme a capitan Curry, con Ewels in seconda al suo posto. Due cambi pure in prima linea: partiranno dal primo minuto George e Stuart. In cabina di regia resta Smith, mentre con lui ci sarà Randall. Marchant passa dall’ala a secondo centro, con Nowell al suo posto sull’out di sinistra. Dunque il XV per Roma annunciato dal ct inglese sarà questo: Steward; Malins, Marchant, Slade, Nowell; Smith, Randall; Dombrandt, Curry, Itoje; Isiekwe, Ewels; Stuart, George, Genge. In panchina, possibile esordio per Chessum, mentre il mediano Youngs potrebbe raggiungere, in caso di ingresso, la leggenda Jason Leonard a quota 113 caps e diventare quindi il nazionale maschile più presente del XV della rosa.

Davide Di Bello
Davide Di Bello
Laureato in comunicazione e giornalismo, faccio il giornalista per avere una finestra privilegiata sul mondo. Sono professionista dal 2019, ho collaborato con testate locali e collezionato alcune presenze in testate nazionali. Lo sport è stato il mio primo amore. Penso che il solo modo per restituire valore al giornalismo sia realizzare contenuti di qualità. Da gennaio 2022 curo la redazione sportiva di "Roma Top News"

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui Social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles