14.4 C
Rome
martedì, Giugno 28, 2022

Roma Culture, gli appuntamenti dal 27 gennaio al 1 febbraio

Gli eventi di Roma Culture vedono tante proposte offerte dalle istituzioni culturali cittadine. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito e sui canali social di @cultureroma. Ecco alcuni degli appuntamenti in programma.

MEMORIA genera FUTURO

Il 27 gennaio si celebra il Giorno della Memoria Roma Capitale lo ricorda con “Memoria genera Futuro“, una serie di oltre 60 appuntamenti iniziati domenica 23 e in programma fino al 7 febbraio prossimo per sensibilizzare le giovani generazioni, e non solo, alla tragedia della Shoah, la deportazione, prigionia e morte nei lager nazisti di milioni di ebrei, oltre a quella di Sinti e Rom, omosessuali, Testimoni di Geova, militari e oppositori politici di tutta Europa. Gli eventi si tengono nei più diversi angoli della città, in presenza e on line; si va dalle testimonianze, ai concerti, al cinema, al teatro, ai dibattiti, fino alle visite guidate ai luoghi fisici della memoria in città. Un insieme di eventi che coinvolge istituzioni cittadine e moltissime associazioni nazionali, cittadine e di quartiere.

Elemento importante delle celebrazioni di quest’anno è poi la riapertura al pubblico, dopo importanti interventi di riqualificazione, della Casa della Memoria e della Storia, istituzione di Roma Capitale nata con l’intento di raccontare, conoscere e condividere la memoria e la storia del Novecento e di Roma. Al suo interno si svolgeranno – in collaborazione con le associazioni che la animano fin dalla sua fondazione – numerose iniziative trasmesse anche in streaming sul canale Youtube di Biblioteche di Roma e sulla pagina facebook di Casa della Memoria.

Danza all’Auditorium

Dopo un’attesa di due anni, domenica 30 gennaio (ore 18) e lunedì 31 gennaio (ore 21), torna all’Auditorium Parco della Musica il gala internazionale di danza Les Étoiles, a cura di Daniele Cipriani. Tra i danzatori ospiti nella Sala Santa Cecilia: Eleonora Abbagnato – già Opéra di Parigi e oggi Direttrice del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma; Natalia Osipova, Fumi Kaneko e Vadim Muntagirov dal Royal Ballet di Londra; Cassandra Trenary e Calvin Royal III dall’American Ballet Theatre; Mathieu Ganio dall’Opéra di Parigi; Daniil Simkin dall’Opera di Berlino; le stelle internazionali Sergio Bernal (già Balletto Nazionale Spagnolo), Alejandro Virelles (già Balletto Nazionale di Cuba) e Ana Sophia Scheller (già New York City Ballet).

Il mito del Minotauro al Teatro Argentina

Dal 28 al 30 gennaio al Teatro Argentina va in scena lo spettacolo di danza Transverse Orientation (2021) del coreografo greco Dimitris Papaioannou e con Damiano Ottavio BigiŠuka HornJan MöllmerBreanna O’MaraTina PapanikolaouŁukasz PrzytarskiChristos StrinopoulosMichalis Theophanous. Lo spettacolo esplora il rito di passaggio da una generazione all’altra attraverso il mito del Minotauro, la cui uccisione diventa metafora del giovane che vuole prendere il posto del vecchio e creare un nuovo mondo. L’intreccio tra la mitologia greca e la danza viene qui attraversato dall’evocazione di una poesia visionaria, proponendo, in un’ininterrotta sovrapposizione, i grandi temi esistenziali che hanno attraversato la storia umana sino ad oggi. Lo spettacolo vede la collaborazione della Fondazione Musica per Roma e del Teatro di Roma ed è un’anteprima del festival di danza contemporanea Equilibrio 2022 che si terrà all’Auditorium Parco della Musica dal 12 al 26 febbraio. Spettacoli: venerdì ore 20; sabato ore 19; domenica ore 17.

Danza a Lido di Ostia

Al Teatro del Lido di Ostia sabato 29 gennaio alle ore 17.30, si terrà il primo degli incontri dedicati a I Protagonisti della Scena Contemporanea a cura del regista e organizzatore teatrale Luciano Meldolesi. Si comincia con il focus su Pina Bausch, per restituire al pubblico, attraverso la visione di brani dei suoi spettacoli, la ricchezza e la profondità delle emozioni che la coreografa tedesca voleva esprimere con la danza. Ingresso gratuito.

Teatro

Al Teatro Tor Bella Monaca, in Sala Piccola dal 27 al 29 gennaio andrà in scena Mezza Sala – Il buio dietro le quinte scritto e interpretato da Valerio CastrizianiMelania Maria CodellaTommaso D’Alia, per la regia di Silvia Parasiliti Collazzo. Una commedia dai toni a tratti grotteschi, che parla dell’equilibrio precario tra desiderio e amicizia, successo e fallimento, tra le luci della ribalta e il buio dietro le quinte.

In Sala Grande domenica 30 gennaio alle ore 11 verrà rappresentato Enzo Tortora: la storia della colonna infame, testo e regia di Luigi di Majo con Ferdinando AbbateClaudio CartoniLuciano FaraoneElisabetta MagriniEnzo MazzacaneFabio PeschiPiero RussoRoberta RutaCorrado Sabellico e Edgardo Valentini. Un processo simbolico su fatti realmente accaduti tratto dai tre processi reali subiti da Enzo Tortora dal 1983 al 1987. L’appuntamento è il primo dei tre incontri previsti dalla rassegna I processi in teatro.

Prosegue fino al 30 gennaio, lo spettacolo Racconto sconosciuto di Anton Cechov, diretto da Duccio Camerini e con Silvia Maria VitaleElena BaroglioMatteo Micheli e con Pietro De Silva. Un racconto-riflessione sul Potere. Spettacoli: martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato ore 21; domenica ore 17.30; lunedì chiuso.

Al Teatro India fino al 30 gennaio va in scena Mulinobianco. Back to the green future di e con Enrico Castellani e Valeria Raimondi, con Ettore e Orlando CastellaniLuca Scotton. Una riflessione, affidata sul palco a due bambini che parlano a una platea di adulti, sulla relazione che abbiamo instaurato con il pianeta che abitiamo.

Martedì 1 febbraio (in replica fino al 6 febbraio) inaugura invece lo spettacolo Smarrimento scritto e diretto da Lucia Calamaro con Lucia Mascino. Una scrittrice in crisi non riesce a produrre niente di nuovo, ha solo personaggi iniziali di vari romanzi che non scriverà mai. In scena un dichiarato elogio degli inizi e del cominciare. Spettacoli: ore 20, domenica ore 18. 

Teatro India

MUSICA

Sul podio della Sala Santa Cecilia all’Auditorium Parco della Musica, giovedì 27 gennaio alle ore 19.30 (repliche venerdì 28 ore 20.30 e sabato 29 ore 18) il maestro Antonio Pappano torna a dirigere l’Orchestra e il Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia nel concerto Rossini sacro e profano. Con Eleonora Buratto (soprano), Teresa Iervolino (contralto), Lawrence Brownlee e Michael Spyres (tenori), Carlo Lepore (basso). Verranno eseguite “Sinfonia” da Amida, “Quali accenti – Bella imago degli dèi” da Semiramide“E a tanto giunger puote … Ah vieni, nel tuo sangue” da Otello e la Messa di Gloria. 

Per la programmazione della Fondazione Musica per Roma, lunedì 31 gennaio alle ore 21, nel Teatro Studio Borgna dell’Auditorium, Micki Piperno, chitarrista e compositore, propone In the Air, lavoro che è il risultato di un percorso di ricerca finalizzato alla realizzazione di un nuovo modo di fare musica con la chitarra acustica. Inizio concerti ore 21.

Proseguono i concerti alla Casa del Jazz con il Massimo Pirone Quintet che venerdì 28 gennaio alle ore 21 presenta un tributo a J.J. Johnson, il più grande trombonista della storia del jazz, ripercorrendo la sua storia attraverso le sue composizioni originali. Domenica 30 gennaio alle ore 10.30 invece in programma il terzo ed ultimo appuntamento con la masterclass tenuta dal Mat Trio (Marcello AllulliFrancesco Diodati ed Ermanno Baron) che si concluderà con un concerto. 

Nell’ambito della nuova stagione del Teatro dell’Opera, giovedì 27 gennaio alle ore 20 sul palco del Teatro Costanzi si terrà l’ultima replica di Kát’a Kabanová, opera in tre atti con musica di Leoš Janáček. Con l’Orchestra e il Coro del Teatro dell’Opera di Roma diretti da David Robertson e la regia di Richard Jones. Maestro del coro Roberto Gabbiani.

CINEMA

Alla Casa del Cinema è visitabile fino al 13 febbraio la mostra fotografica Carnevale di Viareggio & Cinema, un suggestivo percorso che, attraverso gigantografie di carri carnevaleschi dedicati al mondo del cinema e ai suoi personaggi, racconta il rapporto ormai decennale tra la storica manifestazione toscana e la settima arte. Era il 1928, infatti, quando a comparire su un carro allegorico fu la raffigurazione in cartapesta di una cinepresa. Da allora, sono state più di ottanta le opere, tra carri, mascherate in gruppo e maschere singole, che gli artisti viareggini hanno dedicato al mondo del cinema, molte delle quali sono visibili oggi in questa esposizione fotografica (ingresso libero tutti i giorni ore 9-20).

Lunedì 31 gennaio, invece, in programma il nuovo film della rassegna Sala Europa: alle ore 20.30 in Sala Deluxe verrà proiettato il film francese del 2019 Les Météorites di Romain LagunaPer le proiezioni ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Al Nuovo Cinema Aquila venerdì 28 gennaio alle ore 20.30 e alle 21.50 Domiziana De Fulvio presenta Sisterhood che racconta la storia di tre squadre di basket femminili che giocano nei campi di strada di Beirut (campo rifugiate/i di Shatila), Roma (area dell’ex Snia) e New York. Seguirà l’incontro con l’autrice, le protagoniste della squadra di Roma e altre realtà di sport popolare: si discuterà di donne e sport.

In settimana si potrà inoltre assistere alle proiezioni del docufilm Il senso di Hitler di Petra Epperleine e Michael Tuckere (giovedì 27 gennaio) e del documentario Corpi Liberi di Fabiomassimo Lozzi (lunedì 31 gennaio). Biglietti acquistabili esclusivamente al botteghino del cinema.

ARTE

Tanti gli appuntamenti promossi dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, tra i quali si segnala che venerdì 28 gennaio alle ore 18 in diretta streaming sul sito e sulla pagina Facebook del Planetario e Museo Astronomico e su quella di Media Inaf, verrà trasmesso l’evento Cerere punto e a capo a cura del Planetario e Museo Astronomico di Roma in collaborazione con Virtual Telescope Project, INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo, INAF-IASF Palermo, INAF-IAPS Roma, Agenzia Spaziale Italiana. Il primo degli asteroidi, il più grande dei pianetini, dopo 221 anni e 48 orbite attorno al Sole, è ritornato a brillare nel punto del cielo in cui fu scoperto il 1° gennaio 1801, da Giuseppe Piazzi all’Osservatorio di Palermo. Durante la diretta si potrà ammirare Cerere in movimento fra le stelle del Toro, attraverso il Virtual Telescope e in collegamento con la Specola di Palermo, ricostruendone la traiettoria con il nuovo Planetario. Interventi di Stefano Giovanardi (Planetario di Roma), Gianluca Masi (Planetario di Roma, Virtual Telescope Project); Fabrizio Bocchino, Ileana Chinnici e Mario Guarcello (Inaf-Osservatorio Astronomico di Palermo); Angelo Adamo (Inaf-Iasf Palermo), Maria Cristina De Sanctis (Inaf-Iaps Roma), Ettore Perozzi (Asi). Regia video e interazioni web di Gabriele Catanzaro.

Proseguono anche gli appuntamenti di aMICi che giovedì 27 gennaio alle ore 17 nella Pinacoteca dei Musei Capitolini propone la Lettura partecipata di un’opera a sorpresa di Paolo Veronese, condotta da Isabella Serafini: sarà l’occasione per avvicinarsi gradualmente a un affascinante dipinto cinquecentesco (max 12 partecipanti). Inoltre, martedì 1° febbraio alle ore 16 alla Galleria d’Arte Moderna in via Crispi, Daniela Vasta curerà la visita guidata alla mostra in corso Materia Nova. Roma – Ultime generazioni a confronto con la possibilità per il pubblico (max 15 partecipanti) di incontrare durante il percorso alcuni degli artisti che partecipano all’esposizione.

Per il ciclo di conferenze Roma racconta…educare alle mostre, educare alla città giovedì 27 gennaio alle ore 16.30, dal Museo di Roma a Palazzo Braschi, il prof. Gaetano Curzi nell’incontro online Leone III, un committente sfortunato nella Roma carolingia, ricostruirà la figura di uno dei più grandi papi committenti del Medioevo.

Nello stesso pomeriggio, alle ore 17.30, al Museo di Roma in Trastevere per il ciclo di approfondimenti nell’ambito della mostra in corso Prima, donna. Margaret Bourke-White, Federica Muzzarelli (Università di Bologna) terrà il talk Anne Brigman in Songs of a Pagan. Fotografia e Gender Politics nel primo Novecento (max 35 partecipanti).

Si segnala infine che ai Musei Capitolini i visitatori possono fruire di un’applicazione multimediale innovativa, il progetto Visea, che racconta l’arte del dipingere ad affresco, in particolare l’intera sequenza esecutiva del ciclo pittorico murale, eseguito dal pittore Tommaso Laureti, nella Sala dei Capitani del Palazzo dei Conservatori dei Musei Capitolini. Al Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco invece, con il nuovo progetto “Li-Fi“, acronimo di Light Fidelity, l’antichità incontra l’innovazione sostenibile: i visitatori riceveranno sui propri dispositivi mobili informazioni e immagini su una selezione di opere della collezione museale, trasmessi in modalità wireless dalla luce di appositi faretti LED.

Per partecipare agli incontri e alle visite guidate, prenotazione obbligatoria allo 060608 (tutti i giorni ore 9-19).

Al Teatro Villa Pamphilj domenica 30 gennaio alle ore 11 verrà inaugurata la mostra Un filo tira l’altro che presenta creazioni uniche di Maria Letizia Volpicelli quali arazzi, cappelli, collane e borse, il tutto realizzato utilizzando filati di carta, lana, cotone, metallo. L’esposizione rimarrà visitabile fino al 27 febbraio, da martedì a domenica ore 10-18, ad ingresso libero. Per prenotazioni: 06.5814176.

Al Palazzo delle Esposizioni prosegue fino al 27 febbraio il progetto espositivo Tre stazioni per Arte-Scienza, con le sue tre mostre a rappresentare tre diversi punti di vista: storico (La scienza di Roma. Passato, presente e futuro di una città), artistico (Ti con zero) e della ricerca scientifica contemporanea (Incertezza. Interpretare il presente, prevedere il futuro).

Per il ciclo di incontri a corredo della mostra, giovedì 27 gennaio alle ore 18.30 la storica dell’arte Monica Bello e il curatore di arte contemporanea Valentino Catricalà rifletteranno sulle Nuove pratiche curatoriali fra arte e scienza, con un focus sulle ultime tendenze dell’arte in rapporto alla scienza e sul potenziale impatto sociale che ne deriva. L’intervento sarà trasmesso in diretta streaming sul sito e sulla pagina Facebook di Palazzo delle Esposizioni.

Lunedì 31 gennaio, sempre alle ore 18.30, in diretta streaming sul sito web e sulla pagina Facebook del Palazzo delle Esposizioni si potrà seguire l’incontro L’ora zero con il matematico Alessio Figalli in conversazione con Roberta Fulci, redattrice e voce a Radio3Scienza, il quotidiano scientifico di RAIRadio3. Un viaggio lungo la retta del tempo alla ricerca del punto dove ogni storia matematica inizia.

Sempre fino al 27 febbraio, è visitabile anche la mostra ad ingresso gratuito Toccare la bellezza. Maria Montessori Bruno Munari, per conoscere meglio due tra i più illustri protagonisti della cultura italiana contemporanea. Orari di tutte le mostre: domenica, martedì, mercoledì e giovedì ore 10-20; venerdì e sabato ore 10-22.30. Ultimo ingresso 1 ora prima.

Macro retro-futuro

Al MACRO venerdì 28 gennaio alle ore 18.30 verrà presentato il libro In fiamme. La performance nello spazio delle lotte (1967-1979) edito da Bruno nel 2021 e curato da Ilenia CaleoPiersandra Di Matteo e Annalisa Sacchi. Il volume interroga la scena del lungo Sessantotto in Italia all’incrocio tra sperimentazione artistica e lotta politica, alla ricerca di questioni che ancora turbano il presente: comunità, ecosistemi relazionali e affettivi, processi di soggettivazione, rapporti tra creazione e produzione. Le curatrici del volume converseranno con Giada CipolloneLorenzo Mango e Valentina Valentini, per sondare diverse aree tematiche: dal rapporto tra estetica e politica alle nuove forme del lavoro culturale, dagli spostamenti epistemologici prodotti da femminismi e teorie postcoloniali a un pensiero degli archivi, minori, affettivi e talvolta sull’orlo della sparizione.

Nel museo inoltre sono ancora in corso le mostre: The Extra Geography di Sublime Frequencies (fino al 30 gennaio); Win A New Car di VIER5 (fino al 6 febbraio); Autoritratto come Salvo, che include anche opere di Jonathan MonkNicolas PartyNicola PecoraroRamona Ponzini e Chi ha paura di Patrizia Vicinelli, dedicata alla poetessa bolognese (fino al 27 febbraio). Ingresso gratuito. Orari: martedì, mercoledì, giovedì e domenica ore 12-20; venerdì e sabato ore 12-22. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.

Fino al 30 gennaio nel foyer del Teatro del Lido di Ostia è in corso la mostra Cosa diventeremo? Riflessioni intorno alla natura, a cura di Orecchio Acerbo edizioni e Goethe Institut, in collaborazione con Legambiente e Liceo F. Enriques di Ostia, che presenta le tavole dell’omonimo libro illustrato della scrittrice tedesca Antje Damm. Ingresso gratuito negli orari di apertura del botteghino: dal martedì al giovedì ore 16-19; dal venerdì alla domenica ore 17-20.

Al Teatro Valle Franca Valeri, fino al 30 gennaio è visitabile la mostra Bernard-Marie Koltès – Un viaggio nell’universo teatrale tra parole e visioni, dedicata all’opera del drammaturgo francese e curata dal fratello François Koltès, cineasta. È parte dell’esposizione il film La nuit perdue (1973), unica opera cinematografica di BMK, tratta dalla sua pièce Récits morts.

Bernard-Marie Koltès, nato in Francia nel 1948, in poco più di vent’anni ha scritto quindici opere teatrali, esplorando con un linguaggio unico e visionario la condizione umana e tematiche di grande attualità. Ingresso libero, da giovedì a sabato ore 17-20, domenica ore 11-18.

All’Auditorium Parco della Musica domenica 30 gennaio alle ore 11 per il ciclo Lezioni di Storia – La guerra dei Sessi, appuntamento con lo storico dell’arte Costantino D’Orazio che racconterà il talento di Artemisia Gentileschi, spesso oscurato dalla fama del processo pubblico seguito alla violenza subita da ragazza ad opera di un amico di famiglia, il paesaggista Agostino Tassi. La lezione, introdotta come di consueto da Paolo Di Paolo, potrà essere seguita anche in diretta streaming sulla piattaforma AuditoriumPlus. 

Ancora al Parco della Musica, nell’Auditorium Garage, fino al 6 marzo è allestita An Unguarded Moment, la mostra antologica dell’artista Adrian Tranquilli, a cura di Antonello Tolve, che presenta oltre cinquanta opere in un percorso inedito, fatto di installazioni ambientali dal forte impatto visivo, appositamente realizzate. Orari: da mercoledì a domenica ore 11-20; lunedì ore 14.30-19.30; chiuso martedì.

Fino al 12 marzo, la Biblioteca Europea ospita l’emozionante mostra fotografica Volti al futuro. Venti ritratti di rifugiati che si raccontano che il Centro Astalli, per i suoi 40 anni di attività, ha fatto realizzare dal fotoreporter Francesco Malavolta. Una suggestiva galleria di volti e storie che dialogano con la biblioteca e coinvolgono i suoi frequentatori. Integra la mostra una bibliografia di libri, film e graphic novel sul tema, presenti in biblioteca. Ingresso libero da lunedì a venerdì negli orari di apertura della biblioteca (lun, mar, gio ore 9-19; mer e ven 9-15).

Casa Romana Museo Barracco

ATTIVITA’ DELLE BIBLIOTECHE

Oltre agli eventi proposti nell’ambito di Memoria genera Futuro e alle iniziative previste presso la Casa della Memoria e della Storia che ha appena riaperto, proprio in occasione di questa celebrazione, dopo un importante intervento di riqualificazione degli spazi interni dell’edificio, questa settimana si segnalano, tra gli altri, i seguenti appuntamenti: giovedì 27 gennaio alle ore 17, presso la Biblioteca Rugantino, incontro con Claudio Costa e Gemma Costa sullo scritto La strada è lunga ma er deppiù l’ho fatto di Trilussa. L’evento è a cura del Centro Studi Giuseppe Gioachino Belli e nell’ambito del ciclo di incontri intitolato La lingua della verità. La letteratura in romanesco da Belli ai giorni nostri. Prenotazione consigliata: 06.45460591.

Sabato 29 gennaio alle ore 11, nella Biblioteca Elsa Morante, per la rassegna Parole d’Autore, presentazione del libro Il mondo di Blas. Storie di ordinaria magia di Blas Roca-Rey (La Mongolfiera, 2021). Storie vere, di uomini e donne, di ragazzi, di partigiani e studenti, di sportivi ed artisti, compresi gli affetti più cari dell’autore, che a loro modo hanno fatto la storia. Prenotazione obbligatoria: 06.45460480.

Martedì 1 febbraio alle ore 16.30, alla Biblioteca Renato Nicolini, in collaborazione con la Banca del Tempo di Corviale e l’Associazione Astronomiamo, si terrà l’incontro Pianeti extrasolari dalla scoperta alla comprensione, dedicato alla ricerca e alla conoscenza dei pianeti extrasolari scoperti per la prima volta nel 1995. Relatore Italo Alfieri. Prenotazione obbligatoria: 06.45460421.

Lo stesso giorno, alle ore 17, presso la Biblioteca Laurentina, ultimo appuntamento del ciclo di 4 incontri La sottile linea rosa. Letture di femminile positività dedicati a donne e ragazze, sulle dinamiche che regolano, impreziosiscono e uniscono, come una sottile linea rosa, le diverse sensibilità femminili. Per il tema La scelta di cambiare si dialogherà su Ma poi le donne ce la fanno di Gaby Hauptmann (Feltrinelli, 2003) e Il tempo di Blanca di Marcela Serrano (Feltrinelli 1997). Coordinano l’incontro: Sabrina Spagnuolo e Lara Maffia. Prenotazione obbligatoria: 06.454 60760.

Infine si segnala che fino al 15 febbraio prossimo è possibile iscriversi al corso di scrittura Voler scrivere, poter scrivere, proposto dall’Istituzione Biblioteche di Roma e finalizzato alla diffusione della cultura letteraria e all’approfondimento delle pratiche del mestiere dello scrittore. La partecipazione al corso, che sarà tenuto dalla scrittrice Lidia Ravera, è gratuita e riservata ai maggiorenni possessori di Bibliocard (max 15 partecipanti). Gli incontri, della durata di due ore, si terranno tra marzo e maggio 2022 alla Casa delle Letterature, il lunedì pomeriggio.

Attività per bambini

Tra gli eventi promossi dalle Biblioteche di Roma e dedicati ai bambini si segnalano: giovedì 27 gennaio alle ore 16.30 doppio appuntamento: alla Biblioteca Tullio De Mauro, per bambini di 3-6 anni, racconti per immagini attraverso l’uso del Kamishibai (prenotazione consigliata: 06.45460631. Alla Biblioteca Aldo FabriziUn raggio di libri, letture per bambini di 3-7 anni a cura di Maria Bua e dei volontari del Servizio Civile (prenotazione obbligatoria: 06.45460730. Sabato 29 gennaio alle ore 10.30, presso la Biblioteca Elsa Morante, letture ad alta voce La Scoperta del mondo. Attraverso le immagini e le parole dei libri, i bimbi di 0-6 anni saranno stimolati a conoscere la realtà che li circonda. Prenotazione obbligatoria.

Al Teatro del Lido di Ostia, in occasione della mostra Cosa diventeremo? Riflessioni intorno alla natura in corso nel foyer, venerdì 28 gennaio alle ore 17, si terrà il laboratorio gratuito Cosa diventeremo a cura di Giancarlo Chirico e Alessandro Di Dedda. Un laboratorio di ‘filosofia per bambini’ che, prendendo l’avvio da alcune suggestive immagini dell’albo Cosa diventeremo? di Antje Damm, edito da Orecchio acerbo, sviluppa in maniera creativa spunti di riflessione e chiavi di lettura. Max 20 partecipanti: 10 bambini (dagli 8 anni) e 10 adulti accompagnatori. Prenotazione obbligatoria.

Attività per bambini a Lido di Ostia

Al Palazzo delle Esposizioni, domenica 30 gennaio alle ore 11per i bambini di 7-11 anni in programma Artisti scienziati, visita animata alla mostra Ti con zero. Un percorso che intreccia tecnologia e ricerca artistica attraverso un allestimento coinvolgente che mette in gioco i nostri sensi e i nostri corpi, dai microbi alle esplorazioni spaziali. Prenotazione obbligatoria. 

Per i bambini di 3-8 anni, al Teatro Tor Bella Monaca domenica 30 gennaio alle ore 17 verrà rappresentata Chi me l’ha fatta in testa? un piccolo delizioso classico tratto dall’omonimo libro di Werner Holzwarth e Wolf Erlbruch, con Claudia Della Seta, che firma anche la regia, Sofia Diaz e Marianna Cutraro. A una graziosa talpa, molto miope, accade un piccolo incidente: qualcuno le ha fatto la cacca in testa! Per scoprire il colpevole l’animale svolgerà argute ed esilaranti indagini tra tutti gli animali. Alla fine lo scoprirà grazie all’aiuto di due esperte del settore: due mosche!

Dante per i bambini

Al Museo Pietro Canonica a Villa Borghese, la mostra Dante nelle sculture di Pietro Canonica (in corso fino al 27 febbraio), presenta per i più piccoli la sezione Dante nelle sculture di Pietro Canonica. Kids, con testi appositamente pensati per loro, per una visita adatta a tutta la famiglia. “Leggere” Dante nelle cose che ci circondano o nelle parole che pronunciamo diventa così un gioco divertente, un modo per mantenere vivo il grande poeta e le nostre radici culturali. Ingresso gratuito da martedì a domenica ore 10-16, ultimo ingresso 30 minuti prima. Info 060608 (attivo tutti i giorni ore 9-19).

Anca Mihai
Anca Mihai
Giornalista freelance corrispondente estero per varie testate romene. Dal 2003 annovera esperienze come corrispondente dall'Italia per la Televisione Alephnews, Kanal D, l'Agenzia Nazionale di Stampa Agerpres, il quotidiano Adevarul e Radio Romania Timisoara. Residente a Roma dal 2004, ha conseguito la seconda Laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università Sapienza di Roma. Nel 2000 si è laureata in Giornalismo e Inglese Applicato presso l'Università dell'Ovest di Timisoara.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui Social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles