14 C
Rome
venerdì, Ottobre 7, 2022

Roma aderisce alla Giornata del Fiocchetto Lilla per sensibilizzare sul tema dei disturbi alimentari

Anche Roma Capitale quest’oggi ha aderito alla Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla, dedicata alla sensibilizzazione dei Disturbi del Comportamento Alimentare che nel nostro Paese coinvolgono 3 milioni di persone, con oltre 3.500 decessi all’anno causati per il 6% da anoressia e per il 2% da bulimia.

Tra le diverse iniziative in programma, il convegno “Percorsi di cura per i disturbi dell’alimentazione“, organizzato dall’associazione Fenice con il patrocinio dell’assessorato alle Politiche Sociali; mentre stasera il Comune, attraverso un gioco di luci, colorerà di lilla le mura del Colosseo.

Dopo la pandemia il fenomeno è peggiorato: 30% in più di nuovi casi, tra cui molti uomini

Un grave fenomeno – sostiene l’assessora alle Politiche sociali e alla salute di Roma Capitale Barbara Funari – che va affrontato attivando una relazione di aiuti per chi è colpito dai disturbi alimentari, ma anche per i familiari che spesso tendono a sottovalutare la malattia, o non sanno come intervenire“. L’assessora ha sottolineato che la pandemia ha avuto effetti devastanti su questo fenomeno causando un aumento del 30% dell’incidenza di nuovi casi, l’abbassamento dell’età da quella adolescenziale a quella preadolescenziale del fenomeno e il coinvolgimento anche della popolazione maschile. 

Oltre che difendere i diritti di chi è colpito da disturbi del comportamento alimentare, – prosegue Funari – le Istituzioni hanno un ruolo decisivo anche nel combattere informazioni distorte e pregiudizi e nell’accrescere la consapevolezza collettiva del carattere di epidemia sociale che i DCA stanno assumendo a livello nazionale e mondiale. Fondamentale, oltre che sensibilizzare l’opinione pubblica, è creare una rete di solidarietà per sconfiggere il ‘silenzio’ che spesso accompagna questi disturbi che colpiscono sia la salute fisica sia psicologica di chi ne soffre”.

Parole d’ordine: sensibilizzazione e campagna informativa

Sull’argomento sono intervenute anche Valeria Baglio, capogruppo del Partito Democratico, e Michela Cicculli, consigliera di Sinistra Civica Ecologista e presidente della Commissione Opportunità di Roma Capitale che ha recentemente audito l’associazione “Mi nutro di vita” che si occupa di DCA, che hanno lanciato un appello alle Istituzioni: “Di fronte a dati così allarmanti, è necessario che le Istituzioni si facciano carico di una azione capillare di informazione e sensibilizzazione, favorendo ogni iniziativa attenta alle persone affette da DCA e alle persone che vivono con loro; famiglie, amici e ambiti di lavoro che devono avere un ruolo chiave per stare vicino a chi lotta per uscire dalla malattia e ha bisogno di ascolto e orientamento alle cure”.

Siamo orgogliose che oggi in Aula Giulio Cesare si accenda un faro su una malattia, – aggiungono le due consigliere – perché di questo si tratta, che colpisce in modo violento e diffuso: il nostro intento è dare il via a un percorso strutturato che possa aiutare chi convive quotidianamente con questa patologia, fornendo sostegno e ascolto insieme alle associazioni che si occupano ad ampio spettro dei DCA. Roma può fare la sua parte”.

Carlo Saccomando
Carlo Saccomando
Classe 1981, giornalista pubblicista. Poco dopo gli studi ha intrapreso la carriera teatrale partecipando a spettacoli diretti da registi di caratura internazionale come Gian Carlo Menotti, fondatore del "Festival dei Due Mondi" di Spoleto, Lucio Dalla, Renzo Sicco e Michał Znaniecki. Da sempre appassionato di sport lo racconta con passione e un pizzico di ironia. Attualmente dirige il quotidiano "Il Valore Italiano".

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui Social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles