22.1 C
Rome
lunedì, Giugno 27, 2022

Porto-Lazio 2-1. Biancocelesti sconfitti nella gara di andata ma la qualificazione è aperta

Finisce 2-1 per i portoghesi l’andata del playoff dei Europa League. Alla Lazio non basta il gol di Zaccagni per uscire indenne dal do Dragao. La doppietta di Toni Martinez a cavallo dell’intervallo ribalta il risultato, ma in vista del ritorno all’Olimpico la qualificazione è aperta. La maggiore esperienza e la caratura internazionale del Porto, unite a qualche leggerezza di troppo, hanno fatto la differenza. Sul risultato hanno pesato anche le tante assenze in casa biancoceleste, su tutte quella di Ciro Immobile, che ha dimostrato ancora una volta la sterilità dell’attacco laziale senza il suo capitano.

La squadra di Sarri ha giocato un ottimo primo tempo, con il tridente leggero a non dare punti di riferimento, senza però riuscire a chiudere in vantaggio. Nella ripresa ha calato di molto il suo ritmo, la partita si è messa sui binari preferiti dal Porto e soltanto un provvidenziale intervento di Strakosha ha impedito che il parziale si facesse più pesante negando a Toni Martinez la tripletta personale. Fra una settimana la partita di ritorno all’Olimpico, dove mancherà Zaccagni per squalifica ma ci sarà Immobile. La Lazio dovrà vincere con due gol di scarto, visto che da questa stagione è stata abolita la regola dei gol in trasferta. Sarà dura, ma non impossibile, soprattutto con in campo il suo bomber.

La cronaca della partita

La Lazio passa alla prima sortita offensiva al 23’. Zaccagni sblocca la sfida con un pregevole colpo di tacco sugli sviluppi di un corner battuto dalla destra da Luis Alberto, confermando di essere in un ottimo momento di forma. Il Porto reagisce e va vicino al pari con Pepé che con uno scavetto supera Strakosha ma poco prima che il pallone superi la linea arriva l’intervento di Luiz Felipe che spazza. Al 32’ altra occasione Lazio: ancora Luis Alberto imbecca Milinkovic-Savic, che trova una grande risposta di Diogo Costa a negargli il raddoppio. È un episodio decisivo della sfida, perché nei minuti finali del primo tempo Toni Martinez sfrutta il primo buco difensivo dei capitolini e con una splendida torsione di testa non lascia scampo a Strakosha. Disattento Luiz Felipe, che a inizio ripresa lascia ancora un po’ di spazio all’attaccante spagnolo, che stavolta gira di piede per il sorpasso dei lusitani. Toni Martinez è scatenato e solo un volo di Strakosha gli impedisce di realizzare la tripletta. La Lazio ci prova nel finale con Zaccagni e Felipe Anderson ma senza successo.

Sarri: “Qualificazione aperta, ma prima pensiamo all’Udinese”

Questa sera c’è stato un passo in avanti di personalità in uno stadio importante. C’è rammarico per non aver chiuso la partita nel primo tempo, abbiamo pagato i dieci minuti della ripresa. Abbiamo subito il loro gol ma nel finale avremmo potuto anche pareggiarla. Il Porto è forte, è abituato a giocare in Champions League. Non è semplice giocare qui, a livello di mentalità, certezze e personalità siamo in crescita, adesso evitiamo le ricadute. Ora inutile pensare al ritorno, testa prima all’Udinese ha detto il tecnico biancoceleste nel post-partita ai microfoni di Lazio Style Channel -. Servirà lo stesso approccio di oggi, quando giochiamo al 100% possiamo affrontare chiunque, dobbiamo fare dei passi in avanti per esserlo sempre. Stiamo crescendo, negli ultimi tre mesi a livello mentale abbiamo sbagliato una sola partita. In fase difensiva abbiamo concesso poco ad una squadra solitamente pericolosa, peccato per i due gol presi, che si sarebbero potuti evitare. Giovedì prossimo spero di vedere un Olimpico pieno, con i tifosi al nostro seguito come sempre, come stasera, non ho dubbi su questo”.

Il tabellino

Marcatori: 23′ Zaccagni (L), 37′, 49′ Toni Martinez (P)

Porto (4-3-3): Diogo Costa; Joao Mario (88′ Bruno Costa), Mbemba, Pepe, Zaidu; Otavio, Grujic (46′ Galeno), Uribe; Fabio Vieira (46′ Vitinha), Toni Martinez (69′ Evanilson), Pepe (88′ Eustaquio). A disp.: Claudio Ramos, Fabio Cardoso, Marcano, Taremi, Francisco Conceicao, Ruben Semedo, Borges.

All.: Sergio Conceicao

Lazio (4-3-3): Strakosha; Marusic, Luiz Felipe, Patric, Radu (72′ Hysaj); Milinkovic, Leiva (68′ Cataldi), Luis Alberto (83′ Basic); Pedro (83′ Cabral), Felipe Anderson, Zaccagni (83′ Moro).

A disp.: Reina, Furlanetto, Floriani M., Kamenovic, Akpa Akpro, Andrè Anderson, Romero.

All.: Maurizio Sarri

Arbitro: Serdar Gözübüyük (NED)

Davide Di Bello
Davide Di Bello
Laureato in comunicazione e giornalismo, faccio il giornalista per avere una finestra privilegiata sul mondo. Sono professionista dal 2019, ho collaborato con testate locali e collezionato alcune presenze in testate nazionali. Lo sport è stato il mio primo amore. Penso che il solo modo per restituire valore al giornalismo sia realizzare contenuti di qualità. Da gennaio 2022 curo la redazione sportiva di "Roma Top News"

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui Social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles