20.1 C
Rome
giovedì, Giugno 30, 2022

Incendia il balcone dell’ex convivente e spaventa il figlio

Un 42enne originario di Santa Marinella è stato arrestato, mercoledì pomeriggio, dopo aver lanciato del materiale infiammante dentro il balcone della sua ex convivente. Il fuoco si era espanso fino ai tubi del gas. Il figlio della donna, minacciato già in precedenza dall’uomo, ha chiamato i Pompieri.

Un intero edificio evacuato

Le indagini della Polizia di Stato, coordinate dalla Procura della Repubblica, hanno portato all’individuazione dell’autore dopo la segnalazione dell’accaduto. Il 42enne, residente a Santa Marinella, è stato colpito da un’ordinanza di applicazione della Misura del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa con l’applicazione del braccialetto elettronico. L’uomo è accusato di aver lanciato oggetti infiammati sul balcone dell’appartamento della sua ex convivente causando un incendio che ha distrutto l’avvolgibile della finestra. Il fuoco si è propagato fino al contatore del gas, rendendo necessario l’intervento dei vigili del fuoco e l’evacuazione dell’intero edificio.

Minacce al figlio della ex-convivente

La donna, che al momento dell’atto incendiario, non era in casa, è stata subito avvisata dal figlio. Il ragazzo, poco prima dell’incendio aveva ricevuto numerosi messaggi intimidatori da parte del 42enne. Non riuscendo a contattare la madre, l’uomo si è scagliato contro il figlio della donna. Nei giorni precedenti l’incendio, la vittima, esasperata dai continui comportamenti persecutori del suo ex lo aveva denunciato al Commissariato di Polizia, diretto da Paolo Guiso. Dalle indagini è emerso che il 42enne, al termine della burrascosa convivenza con la donna, durata quasi 2 anni, ha continuato a minacciarla e perseguitarla. Le inviava messaggi e telefonate minatorie ed ingiuriose e, nonostante la vittima lo avesse bloccato, l’uomo ha continuato la sua azione persecutoria molestando suo figlio con un continuo invio di sms e telefonate ingiuriose e di minacce.

Danneggiamenti alla macchina

Inoltre ai primi di ottobre la donna aveva denunciato ai poliziotti il danneggiamento della propria autovettura avvenuto qualche giorno dopo che casualmente aveva incontrato l’uomo e spaventata si era rifiutata di avere un confronto con lui. Gli investigatori, dopo gli accertamenti utili a delineare i contorni dell’intera vicenda hanno dato comunicazione alla Procura della Repubblica che, con gli elementi acquisiti, ha chiesto ed ottenuto dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Civitavecchia l’Ordinanza eseguita nel pomeriggio di ieri.

Anca Mihai
Anca Mihai
Giornalista freelance corrispondente estero per varie testate romene. Dal 2003 annovera esperienze come corrispondente dall'Italia per la Televisione Alephnews, Kanal D, l'Agenzia Nazionale di Stampa Agerpres, il quotidiano Adevarul e Radio Romania Timisoara. Residente a Roma dal 2004, ha conseguito la seconda Laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università Sapienza di Roma. Nel 2000 si è laureata in Giornalismo e Inglese Applicato presso l'Università dell'Ovest di Timisoara.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui Social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles