14.1 C
Rome
venerdì, Ottobre 7, 2022

Dopo la chiusura dell’assessorato al decentramento per Covid, l’opposizione si prepara alla sfiducia

L’assessorato al Decentramento del Comune di Roma giovedì 13 gennaio è stato chiuso per bonifica a causa dei contagi. Tra i positivi anche l’assessore Andrea Catarci. Gli avversari e i compagni di partito in modo più soft lo accusano di non avere messo in campo tutte le misure necessarie ad evitare i contagi.

Nei giorni tra il 20 e il 24 dicembre nell’assessorato sono stati scoperti i primi 3 casi tra i dipendenti. Alla scoperta non è seguita nessuna quarantena, e postazioni in smart working, come previsto dalla procedura, perché i contagi si sono verificati è prima del decreto che evita l’isolamento a coloro che hanno completato il ciclo vaccinale con tre dosi.

Giudizi duri dell’opposizione e dei compagni di partito

I membri del Pd hanno giudicato negativamente l’operato di Catarci ma i commenti al vetriolo sono solo ufficiosi, mentre il M5S annuncia alla stampa addirittura una mozione di sfiducia. Fratelli d’Italia vuole appurare se c’è stato il rispetto di tutti i protocolli obbligatori e le norme sul contenimento del contagio. La Lega parla di improvvisazione, lista Calenda definisce la gestione della criticità da parte di Catarci “maccheronica e artigianale” Fonti interne all’ufficio fanno sapere che l’unica cosa fatta è stata la sanificazione degli uffici. Alcuni dipendenti sono stati mandati in ferie anticipati visto il periodo festivo, altri 4 dipendenti hanno continuato a lavorare in ufficio nessuno in smart working. anche se Catarci ha ribadito che i quattro rimasti presentavano test negativi.

La capogruppo dem chiede il Super Green pass per accedere all’aula

E’ chiaro che il protocollo da seguire sarebbe stato quello di far lavorare tutti in smart working. Antonio De Santis, capogruppo della lista Raggi dichiara la faccenda “imbarazzante”. Una sorta di autogol per il partito del sindaco Gualtieri che da sempre ha seguito la linea intransigente. La capogruppo dem, Valeria Baglio, ha chiesto il Super Green pass per accedere all’Aula Giulio Cesare. La proposta è stata discussa nella riunione dei capigruppo, ma occorre il benestare di tutte le forze politiche. Se lo si otterrà l’ex sindaca Raggi non potrà più partecipare alla riunioni senza prima essersi vaccinata.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui Social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles