7.1 C
Rome
giovedì, Dicembre 8, 2022

Confiscati beni per 12milioni di euro al clan Fasciani di Ostia

La Guardia di Finanza di Roma ha inflitto un duro colpo al clan Fasciani di Ostia confiscando agli esponenti di spicco beni per un valore complessivo di oltre 12 milioni di euro.

Il provvedimento su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Roma, aveva disposto dapprima il sequestro, nel 2016, e poi la confisca di primo grado, nel 2018, dell’ingente patrimonio mobiliare, immobiliare e societario riconducibile al sodalizio criminale operante nel litorale romano.

Accertamenti incentrati sui vertici del clan


Gli accertamenti del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria sono stati incentrati sui vertici del clan, gravati da precedenti per fatti di estorsione, usura, traffico di sostanze stupefacenti e intestazione fittizia di beni. Dalle indagini è emerso che gli investimenti effettuati nel tempo, tra cui un noto stabilimento balneare e varie imprese attive nel settore dei prodotti da forno, non trovavano copertura con i modesti redditi dichiarati dai 2 proposti e dai loro familiari.
È stato anche scoperto che dopo i primi provvedimenti giudiziari emessi nei loro confronti, fosse stato adottato un complesso e articolato reticolo societario per schermare la riconducibilità delle attività commerciali dietro persone di fiducia, che fungevano da prestanome.

Confiscati i beni di una ditta individuale e 7 società

Al termine delle indagini è stata quindi disposta, sulla base della normativa prevista dal c.d. “Codice Antimafia”, la confisca del patrimonio di 7 società e 1 ditta individuale, operanti per lo più ad Ostia nella gestione di forni, bar, ristoranti e stabilimenti balneari, 12 immobili, tra appartamenti e locali commerciali siti a Ostia e Capistrello (AQ), e 1 terreno, nonché disponibilità finanziarie su rapporti bancari e postali.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui Social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles