3.3 C
Rome
martedì, Dicembre 6, 2022

Chiuso “circolo culturale” con sala giochi e bevande alcoliche

Martedì, gli agenti della Polizia di Stato dell’XI Distretto San Paolo hanno chiuso un circolo privato in via dell’Impruneta, in zona Magliana. L’iniziativa rientra nell’esecuzione del provvedimento del Questore relativo alla cessazione immediata dell’attività in mancanza dell’autorizzazione conforme.

Vendita illegale di alcol nel circolo

Il provvedimento si è reso necessario per due diverse motivazioni: la prima attinente alla mancanza delle autorizzazioni amministrative necessarie per poter esercitare legittimamente l’attività di somministrazione di alimenti e bevande nonché di sala giochi all’interno del locale. Infatti, durante un controllo operato di recente dal personale del medesimo Distretto, è emerso che all’interno del “circolo culturale” di fatto veniva gestito abusivamente un esercizio pubblico di somministrazione bar e sala giochi ossia una struttura con tutte le caratteristiche di un’attività imprenditoriale priva tuttavia delle prescritte autorizzazioni e degli strumenti necessari per gestirne legalmente la contabilità.

Un vero locale sotto copertura

Le segnalazioni ricevute dalla Polizia hanno fatto scattare le indagini che riguardavano l’attività quotidiana del circolo. Gli agenti della Polizia di Stato hanno accertato che l’ingresso accessibile dalla pubblica via non aveva nessuna insegna che indicasse la natura di circolo privato. L’ accesso al locale, consentito a chiunque ne facesse richiesta senza particolari formalità, ha destato sospetti sulla vera destinazione del posto. Le persone non dovevano dimostrare l’effettiva qualità di socio all’ingresso. La totale mancanza di restrizioni richiesta nei posti chiusi per arginare la diffusione del coronavirus è un altro motivo di chiusura. I numerosi avventori trovati all’interno del circolo non indossavano mascherine di protezione e non rispettavano il distanziamento tra di loro. Alcuni di questi inoltre, erano intenti a fumare e bere bevande alcoliche, malgrado i divieti imposti dalla normativa “Covid” ed alle norme sul fumo.

Anca Mihai
Anca Mihai
Giornalista freelance corrispondente estero per varie testate romene. Dal 2003 annovera esperienze come corrispondente dall'Italia per la Televisione Alephnews, Kanal D, l'Agenzia Nazionale di Stampa Agerpres, il quotidiano Adevarul e Radio Romania Timisoara. Residente a Roma dal 2004, ha conseguito la seconda Laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università Sapienza di Roma. Nel 2000 si è laureata in Giornalismo e Inglese Applicato presso l'Università dell'Ovest di Timisoara.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui Social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles