27.3 C
Rome
sabato, Maggio 21, 2022

Al Teatro Argentina debutta Amor, diretto dal maestro Salvo Lombardo

Al Teatro Argentina di Roma il 5 e il 6 aprile per il programma Grandi Pianure debutterà ‘AMOЯ‘ di Salvo Lombardo per e con Fattoria Vittadini e Chiasma. Lo spettacolo nasce dal desiderio di sondare quel tratto significativo alla base della costruzione identitaria italiana, teso all’esaltazione di un passato classico e dei suoi fasti gloriosi.

Un tratto che prescinde dalla lettura della storia. Una presenza. Una sorta di figura, sempre prestante, che si allena nella palestra delle narrazioni ufficiali. Un culturista delle tradizioni. Una specie di monumento perennemente in fase di “restauro”. Un fantasma che si aggira tra le rovine di una qualche auctoritas, sempre aggiornata e difesa, o un sacerdote che ne celebra perennemente il suo culto.

L’albero del potere

Questo segno, questo alone, a volte assume la forma di un animale, aggrappato ai rami di pretestuose discendenze. Altre volte lo riconosci come un bastone – un manganello – che percuote l’albero del potere. AMOЯ di Salvo Lombardo nasce dal desiderio di indagare il concetto di potere. Cos’è il potere? O meglio, come si manifesta il potere? Qual è la sua micro-fisica? Come il potere muove e trasforma i corpi? Quali sono le sue articolazioni? Quali le sue rappresentazioni ufficiali, le sue genealogie, e quali, soprattutto, le contro narrazioni che oggi reagiscono alla sua figura?

L’ambivalenza della parola ‘Amor’

Inoltre la parola ‘AMOЯ‘ è una locuzione ambivalente; una parola che ci restituisce l’immagine di un qualcosa che si guarda allo specchio. AMOЯ è bifronte di Roma. Roma non fu costruita in un solo giorno. Lo spettacolo è prodotto da Chiasma/Fattoria Vittadini, in coproduzione con MILANoLTRE Festival con il sostegno del Teatro di Roma.

Amor
Performer- C.Ameglio, C.Benedetti, P.Ciulli, M.Di Vietri, D.Greco, R.Oliver, M.G.Serantoni

Chi è Salvo Lombardo ?

Performer, coreografo, regista multimediale e curatore di progetti performativi, negli anni Salvo Lombardo ha approfondito una ricerca cross-mediale che spazia tra la danza, il teatro e le arti visive con particolare attenzione ai linguaggi del video e dell’arte relazionale. Dal 2016 è direttore artistico della Compagnia Chiasma.I suoi lavori sono stati ospitati e prodotti da numerosi festival, teatri, musei e spazi indipendenti in Italia e all’estero (tra cui il Théâtre National de Chaillot de Paris (FR), Attakkalari Dance Company di Bangalore (IN), Aura Dance Theatre di Kaunas (LIT), Romaeuropa Festival, Teatro di Roma, Teatro nazionale della Toscana).

Nel 2012-2015 è stato co-direttore e regista di Clinica Mammut. Ha collaborato assiduamente con Fabbrica Europa fino al 2020. Nel 2017-2018 è stato artista associato al Festival Oriente Occidente. Dal 2019 al 2021 è stato co-curatore di Resurface Festival (Roma): incentrato sulle pratiche decoloniali e focalizzato sulle relazioni tra gli immaginari coloniali e le rappresentazioni contemporanee. Nel 2020 è tra i soci fondatori di Ostudio a Roma, uno spazio indipendente di coabitazione artistica e di ricerca multimediale. Dal 2021 collabora come artista associato con la Lavanderia a Vapore di Collegno. Dal 2021 cura Interazioni (Roma): una rassegna basata sullo scambio di pratiche tra dancemakers e pubblico. Di recente è uno degli artisti coinvolti nel progetto europeo MMDD_Micro and Macro Dramaturgies in Dance.

Nel 2021 è stato selezionato come artista dal network europeo BeSpectActive! per il quale ha ideato Punctum, un’opera comunitaria e interattiva che indaga le dinamiche di spectatorship su larga scala e che coinvolge 12 paesi europei. Dal 2022 è coreografo associato al festival MilanOltre.Attualmente è tra gli artisti del progetto STIGA 2022 dello Schaubühne Lindenfels Leipzig (DE), impegnato sulla ri-mediazione postcoloniale dell’Esposizione Industriale di Lipsia del 1897.

Info e biglietti

Ideazione, coreografia e regia Salvo Lombardo
con Chiara Ameglio, Cesare Benedetti, Pieradolfo Ciulli, Maura Di Vietri, Daria Greco, Riccardo Olivier, Maria Giulia Serantoni
scenografia e video Daniele Spanò
light design Giulia Pastore
musiche originali Fabrizio Alviti
costumi Chiara De Fant
consulenza culturale Viviana Gravano, Giulia Grechi
produzione Chiasma/Fattoria Vittadini e MILANoLTRE Festival
con il sostegno di Teatro di Roma – Teatro Nazionale e Regione Lombardia, Fondazione Cariplo

ore 20 | durata 60′ | biglietti €18, ridotti €12 | teatrodiroma.net

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui Social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles